menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornado, c'è un piano regionale di finanziamenti agevolati a imprese

La Giunta ha deliberato un piano straordinario dedicato alle Pmi: "Massima priorità, gli imprenditori veneti chiedono di poter tornare a lavorare"

"Nei giorni successivi al tornado in Riviera del Brenta ho effettuato un sopralluogo nell’area incontrando alcuni imprenditori. Mi ha colpito l’atteggiamento di uno di loro, che mi ha detto che la sua principale preoccupazione era di riprendere al più presto l’attività e far tornare al lavoro i dipendenti. Questa è la vera grandezza e la fierezza del popolo veneto, che non si aspetta contributi pubblici per risollevarsi ma si dà da fare e chiede solo di poter essere messo nelle condizioni di lavorare". A dirlo è l’assessore regionale all’Economia e alle attività produttive Roberto Marcato, dando notizia che la giunta regionale, per intervenire a favore delle imprese colpite dagli eventi atmosferici dell’8 luglio, ha adottato un provvedimento per un piano straordinario di interventi finanziari regionali per il sostegno alle PMI dei settori industria, artigianato, commercio e servizi, mediante l'utilizzo dei fondi di rotazione istituiti da Veneto Sviluppo S.p.A.

"Il giorno successivo all’evento - ricorda Marcato - il presidente Luca Zaia ha visitato Dolo, Cazzago e Mira e ha dichiarato lo stato di crisi per fronteggiare l'emergenza verificatasi nelle zone colpite. In risposta a questa emergenza ho predisposto questo provvedimento, attraverso specifiche misure di finanziamento agevolato che non comportano alcun onere a carico dell’impresa beneficiaria". Beneficiarie dell'intervento sono le PMI ricadenti nei tre Comuni e che risultano danneggiate dall’evento, in virtù di un’apposita attestazione del Comune di competenza. La tipologia di intervento consiste in un finanziamento agevolato, erogato tramite la banca convenzionata, con utilizzo della provvista regionale a tasso zero per il 100% dell'importo concesso, compreso tra 5mila e 300mila euro per singolo beneficiario e commisurato al valore dei danni ed ai costi di ripristino. L'iniziativa ha carattere temporaneo e il 31 gennaio 2016 sarà la data ultima per il ricevimento della domanda da parte di Veneto Sviluppo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento