rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Mestre Centro / Via Andrea Costa

"Vuoi fare finanziere? Devi pagare" Finto medico condannato per truffa

Era un infermiere del carcere e per 800 euro rilasciava certificati medici che avrebbero dovuto permettere l'ammissione tra le Fiamme Gialle

Si fingeva medico e, dietro compenso, rilasciava falsi certificati per gli aspiranti membri della Guardia di Finanza, raccontando che grazie al suo “nullaosta” avrebbero potuto entrare nelle file delle Fiamme gialle senza affrontare selezioni e test. Peccato che, come riporta la Nuova Venezia, si trattasse solamente di una truffa e che quindi il responsabile, un infermiere del carcere maschile di Venezia, sia finito a rendere conto del suo comportamento in un'aula di tribunale.

FALSI ESAMI – A far scattare l'indagine, com'è facile immaginare, sono stati i tanti aspiranti finanzieri che nel corso dei mesi si sono presentati alla caserma di via Costa chiedendo di venire ammessi nel Corpo. Tutti i “candidati” sventolavano fogli intestati e certificati che sfoggiavano i timbri del carcere di Santa Maria Maggiore ma, come hanno spiegato i veri finanzieri, si trattava soltanto di carta straccia. Sono quindi partiti gli accertamenti e non ci è voluto molto perché gli uomini in divisa grigia arrivassero al responsabile: un infermiere 40enne impiegato proprio nella casa circondariale di Santa Croce. L'uomo si spacciava per medico e accoglieva i suoi “pazienti” in un ambulatorio mobile. Una volta lì approfittava del loro bisogno di lavoro (nonché della loro propensione a saltare le file) e, alla modica cifra di 7-800 euro, forniva certificati e nullaosta medici che avrebbero dovuto garantire l'ammissione in via Costa. L'uomo, accusato di truffa pluriaggravata, è stato condannato a un anno di reclusione, pena sospesa, i suoi timbri sottratti in carcere sono stati confiscati e, ovviamente, ha perso il lavoro a Santa Maria Maggiore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vuoi fare finanziere? Devi pagare" Finto medico condannato per truffa

VeneziaToday è in caricamento