menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il finto mendicante si trasferisce a Bibione: riconosciuto ed espulso

Il falso invalido di origine rumena, che nei mesi scorsi era stato notato camminare tranquillamente a Venezia, è stato visto nella località balneare. Identificato, per lui è scattato l'obbligo di rimpatrio

E’ già stato smascherato questa estate, ma nonostante ciò il vizio di provare a truffare la gente non l’ha perso. Stiamo parlando del 50enne di origine rumena che nei mesi scorsi era stato notato a Jesolo mentre chiedeva l’elemosina come fosse storpio e invalido invece a Venezia era stato immortalato in un video mentre camminava tranquillamente da piazzale Roma fino ai Tre Ponti.

DA JESOLO A BIBIONE. Adesso il finto invalido ci ha riprovato, cambiando location e trasferendosi a Bibione. Alcuni turisti e commercianti, però, infastiditi dall’atteggiamento arrogante e minaccioso dell’uomo hanno subito avvisato la polizia locale che in pochi giorni l’ha individuato e identificato. Non solo: con una dettagliata relazione inviata subito alla Questura di Venezia, il questore ha emesso in poche ore il foglio di via dal Comune di San Michele al Tagliamento per tre anni con l’obbligo per il falso invalido di presentarsi in Romania entro 7 giorni, il tutto già notificato al rumeno.


SCOMPARSO ACCATTONAGGIO A BIBIONE. Il comandante dei vigili Andrea Gallo commenta così: “Il fenomeno dell’accattonaggio a Bibione è praticamente scomparso da due anni dopo l’approvazione del regolamento che prevede il sequestro delle elemosine. Per chi insiste scatta il sequestro dei veicoli usati per gli accampamenti di fortuna ed infine il foglio di via emesso dal Questore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento