Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Marghera / Porto Marghera

Portuali, pace fatta tra i lavoratori e la Compagnia: sottoscritto un nuovo accordo

Orario sperimentale per i dipendenti nei prossimi 2 mesi distribuito su sei giorni. L'Autorità portuale sarà garante del rispetto dell'intesa raggiunta

Sottoscritto mercoledì, nella sede dell'Autorità portuale, un verbale di conciliazione tra i dipendenti della Nuova Compagnia Lavoratori Portuali, rappresentati dalle organizzazioni sindacali Filt Cgil e Uil Trasporti, i vertici della Nclp, e l’Autorità di sistema portuale rappresentata dal segretario generale Martino Conticelli.

L'agitazione

A inizio giugno i dipendenti avevano proclamato lo stato di agitazione, portando disservizi all’attività portuale. Grazie all’opera di mediazione svolta dall’Autorità di sistema portuale il clima si è raffreddato, con il raggiungimento di un accordo che ha scongiurato il riaccendersi dello stato di agitazione e il blocco delle attività portuali. L'obiettivo dei sindacati era quello di far accettare alla Compagnia le condizioni per una nuova intesa sugli orari di lavoro. Se così non fosse stato le sigle sindacali avevano già messo in file le date delle prossime fermate: dal 26 al 29 giugno e poi dal 3 al 6 luglio. Sul tavolo anche la questione interinali, molti dei quali «da troppo tempo - secondo i sindacati - in condizione precaria». 

L'accordo

Il nuovo accordo prevede l'avvio sperimentale, per i prossimi due mesi, di una nuova organizzazione dell’orario di lavoro basato su sei giorni alla settimana con vari accorgimenti relativi alla turnazione e all’assegnazione del lavoro, per renderlo più compatibile con le necessità socio-familiari dei dipendenti, come era stato chiesto dagli stessi. L’accordo tende a rendere più compatibile l’esigenza di massima flessibilità della compagnia con la vita quotidiana dei lavoratori, oltre che a valutare la stabilizzazione di alcuni interinali che operano da tempo in porto. L'Adsp si pone come soggetto garante del rispetto dei termini dell’accordo nell’ambito dei propri compiti di ente regolatore del lavoro in porto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portuali, pace fatta tra i lavoratori e la Compagnia: sottoscritto un nuovo accordo

VeneziaToday è in caricamento