Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Casalesi, consulente fiscale finisce in carcere

La condanna per alcuni fatti commessi tra il 2009 e il 2019 a Biella è diventata definitiva. L'uomo è coinvolto nel procedimento relativo alla presenza dei Casalesi a Eraclea

Dovrà scontare una pena quattro anni e otto mesi di reclusione per associazione di tipo mafioso. I carabinieri di Noventa di Piave hanno notificato venerdì mattina ad A.D.C., consulente fiscale di 49 anni, un ordine di esecuzione per l'espiazione di una pena a seguito di condanna definitiva. 

L’uomo, che era sottoposto all’obbligo di dimora a Noventa di Piave nell’ambito del procedimento relativo alla presenza del clan dei Casalesi a Eraclea, nel quale è accusato di essere il professionista di riferimento per sistemare gli affari della cosca guidata da Luciano Donadio, è stato rintracciato presso l’ospedale di San Donà di Piave, dove era ricoverato per motivi di salute e gli è stato notificato il provvedimento detentivo emesso il 23 giugno 2021 dall’ufficio esecuzioni penali della procura generale presso la Corte d’Appello di Torino a seguito di una condanna divenuta definitiva. I reati sono stati commessi a Cavaglià (BI), Dorzano (BI), Biella e territori limitrofi dal 2009 all’aprile 2019.

Il provvedimento è stato emesso a seguito della sentenza pronunciata lo stesso giorno nella quale un capo d’imputazione a carico del consulente fiscale è stato dichiarato estinto per prescrizione, rigettando nel resto il ricorso presentato. L'ex fiscalista, una volta dimesso, verrà quindi accompagnato in carcere a Venezia. Nei suoi confronti è stata anche disposta la pena accessoria dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casalesi, consulente fiscale finisce in carcere

VeneziaToday è in caricamento