menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proposta di legge sul "disturbo dell'attività venatoria", multe anche per chi alza la voce

Associazioni e cittadini riuniti in piazza Ferretto per una manifestazione di protesta, altre sono già previste in tutte le province del Veneto, contro quanto verrà votato il 10 gennaio

Nel pomeriggio di sabato, in Piazza Ferretto a Mestre, una cinquantina di persone si è radunata per un flash mob di protesta contro la proposta di legge regionale (PDL 182) che verrà votata il 10 gennaio. 

Secondo quanto sostenuto dagli organizzatori, che hanno in programma manifestazioni in tutte le province del Veneto, la proposta di legge "prevede per chi si oppone ai cacciatori, persino sul proprio terreno o a casa propria, anche solo con l'uso della voce, multe dai 600 ai 3600 euro." 

Il flash mob puntava dunque a sottolineare come sia necessario che questa proposta non diventi legge, poichè  "colpirebbe indistintamente tutti coloro che vivono la natura in pace e serenità: escursionisti, bikers, agricoltori, bambini che giocano tra gli alberi."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento