rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022

Gli Studenti Medi organizzano un flash mob davanti alla sede dell'Actv | VIDEO

Le richieste: trasporti efficaci e sicuri, maggiori assunzioni di personale scolastico ed eliminazione delle cosiddette “classi pollaio”. Domani 7 gennaio è prevista un’assemblea nel chiostro di M9

Si è tenuto questa mattina, davanti alla sede dell’Actv di Piazzale Cialdini, a Mestre, un flash mob indetto dal Coordinamento degli Studenti Medi di Venezia-Mestre per richiedere alle istituzioni un piano concreto e sicuro in vista della riapertura delle scuole di secondo grado. 

Punto cruciale dell’iniziativa è stata la questione dei trasporti, da cui la scelta simbolica di manifestare proprio davanti alla sede mestrina dell’azienda di trasporto pubblico: «Oggi sarebbe dovuto essere il giorno del nostro rientro a scuola, un evento che non è avvenuto a causa degli investimenti che non sono stati fatti – spiega Maria Mingardi, portavoce del Coordinamento –. Stiamo manifestando principalmente contro un trasporto che non funziona: le istituzioni, quando le scuole riapriranno, dovranno garantire la sicurezza durante il tragitto degli studenti verso l'istituto scolastico».

Dal problema dei trasporti alle modalità per arginare la pandemia: le richieste degli studenti sono molteplici. «Chiediamo trasporti efficaci e sicuri, maggiori assunzioni di docenti e personale scolastico e l’eliminazione delle cosiddette “classi pollaio”. Riteniamo infine necessario che vengano garantiti dei presidi sanitari fissi e che siano distribuiti tamponi rapidi in ogni scuola per far fronte alla pandemia in corso», conclude Maria. Il Coordinamento ha indetto per domani 7 gennaio, alle ore 16.00, un’assemblea pubblica nella corte interna del museo M9 di Mestre.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Gli Studenti Medi organizzano un flash mob davanti alla sede dell'Actv | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento