rotate-mobile
Cronaca Fondamente Nove

Un flash mob per il diritto alla mobilità e a trasporti «adeguati» VIDEO

Alle 11 di domenica 28 giugno. Mobilitazione degli utenti alle Fondamenta Nuove: «Usiamo i nostri mezzi». Gli interventi di Sara De Polo, Dario Vianello, Andrea Grigoletto e Marco Gasparinetti. L'elenco delle linee da ripristinare

Il richiamo attraverso i social qualche tempo fa, poi l'episodio della gente diretta a Murano rimasta a terra all'aeroporto, la mattina del 25 giugno: la goccia che ha fatto traboccare il vaso. E oggi oltre 100 utenti e cittadini si sono presentati alle 11, megafoni e volantini alla mano, al ponte Donà delle Fondamenta Nuove per un flash mob di protesta, come annunciato, chiedendo il ripristino di mezzi adeguati alla mobilità della città lagunare.

Il fatto

Il mezzo in servizio pubblico della società Alilaguna, concessionaria della tratta aeroporto-Murano dal Comune, non caricando più di 39 passeggeri per via delle norme anti-Covid, il 25 giugno scorso, ha provocato la rabbia dei viaggiatori diretti sull'isola, anche per aprire edicole e farmacie. Per protesta tutti sono scesi dalla barca e sono rimasti a terra, con l'arrivo delle forze dell'ordine per contenere la tensione iniziale.

Mobilità, diritto da garantire: la protesta

Il diritto

«Un mezzo privato che per via della concessione pubblica, tanto più in emergenza Covid con linee Avm Actv ridotte, ha di fatto il monopolio della tratta ma non la copre adeguatamente: il servizio è insufficiente, come si è visto, a garantire il diritto al trasporto. Questa azienda va richiamata all'ordine dal sindaco Luigi Brugnaro. La protesta è indirizzata a lui - hanno spiegato Marco Gasparinetti del Gruppo25Aprile, insieme a Sara De Polo, Andrea Grigoletto e Dario Vianello, quest'ultimo candidato in Consiglio comunale per la lista che alcuni degli organizzatori della mobilitazione odierna stanno a breve per presentare -. Non è accettabile che la linea rossa Alilaguna sia sospesa e la blu viaggi col contagocce - continuano -. Non si può dimenticare che se sono titolari di un servizio pubblico fondamentale lo devono garantire e che la mobilità è rivendicata di diritto dagli utenti. Il sindaco che ne ha titolarità convochi i vertici Actv e Alilaguna e ricordi i loro obblighi» (Sotto: i video del flash mob).
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un flash mob per il diritto alla mobilità e a trasporti «adeguati» VIDEO

VeneziaToday è in caricamento