menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza inquinamento, i comitati "ripuliscono" le strade: flashmob a Marghera

Dimostrazione per chiedere al sindaco Brugnaro misure concrete contro l'inquinamento da polveri sottili. I gruppi attaccano: "Situazione drammatica, nessuna soluzione"

"Basta smog", la misura è colma e i comitati chiedono con forza che siano attuate azioni concrete per contrastare l'inquinamento dell'aria. Ecco perché sabato mattina una settantina di persone provenienti da diverse associazioni hanno inscenato un flashmob a Marghera simulando la pulizia di una strada, bloccando il traffico sulla rotonda e in via Beccaria per circa un'ora. Componenti di OpzioneZero, Marghera Libera e Pensante e Comitato Nograndinavi si sono incontrati per chiedere al sindaco di muoversi velocemente e combattere la diffusione delle polveri sottili. "Venezia è al terzo posto per inquinamento in Italia e il sindaco non fa nulla. Noi non ci stiamo, basta smog".

Fino ad ora, secondo Opzione Zero, "i politici hanno fatto la danza della pioggia, sperando nell'aiuto del meteo per ripulire l'aria". Intanto "evitano di affrontare i problemi: trasporto, mobilità, eccessivo uso della gomma, combustione negli edifici. A questi si sommano industrie, inceneritori e trasporto marittimo. Servono prima di tutto azioni di tipo emergenziale, misure anche blande ma immediate: blocco del traffico, lavaggio delle strade, sensibilizzazione. Ma soprattutto serve agire a medio e lungo termine investendo nel trasporrto pubblico locale, nel sostegno al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento