menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Costruiamo ponti, non muri": flashmob sul ponte di Rialto in solidarietà ai migranti

In laguna sono "ospiti" i ragazzi di Jugend Rettet, organizzazione che si occupa di salvataggi nel Mediterraneo. Iniziativa in accoppiata con gli attivisti #overthefortress

Giovedì mattina sul ponte di Rialto fa la sua comparsa a sorpresa un grande striscione: "Build bridges not walls", costruire ponti e non muri. È l'iniziativa degli appartenenti a diversi gruppi di attivisti veneziani in favore dell'accoglienza ai rifugiati in fuga dai Paesi in guerra, e in generale un invito all'unione anziché alla divisione.

Si chiamano #overthefortress e questa mattina accolgono come ospiti speciali i ragazzi della Jugent Rettet, volontari con base in Germania impegnati in missioni di salvataggio nel Mediterraneo. "Queste persone si sono comprate una barca per andare in mare e aiutare concretamente i migranti - spiega una portavoce dell'iniziativa - Collaborano con Medici senza frontiere ed Emergency. Si sono fermati a Venezia per delle operazioni di manutenzione all'imbarcazione e ripartiranno tra due giorni. Abbiamo deciso di mettere in scena insieme questo flashmob ed affiggere uno striscione per invitare a costruire ponti e fermare il razzismo". Il 19 marzo sullo stesso tema è in programma la "marcia dell'umanità".

"Vogliamo denunciare la scelta del Consiglio Europeo di sostenere le intercettazioni in acque territoriali da parte della guardia costiera libica - si legge in un comunicato diffuso dai manifestanti -  costruendo di fatto un muro nel mar Mediterraneo che causerà detenzioni arbitrarie, maltrattamenti e respingimenti forzosi verso i Paesi di origine". "La dichiarazione di Malta sul Mediterraneo - prosegue Kai Kaltegartner, capitano della nave da soccorso - non tiene conto delle drammatiche condizioni di pericolo che i migranti vivono nel territorio libico e dello stato disumano in cui versano le persone trattenute nel centro di detenzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento