Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Venezia terra di conquista dei droni, sul web post ad hoc per "strappare" il video perfetto

Su siti internet in lingua inglese si trovano informazioni e consigli sugli itinerari migliori da far percorrere ai propri dispositivi telecomandati. Ma filmare in questo modo è illegale

Da "HD Drone Video - Flight Over Venice, Italy" - Michael Garcia on YouTube

L'uomo sogna di volare, si sa. La novità (si fa per dire) è che di questi tempi ha i mezzi per farlo, almeno virtualmente, riuscendo a raggiungere risultati che in certi casi non si discostano troppo dalla sensazione di esserci davvero, in cielo. Il merito è della sempre più massiccia diffusione dei droni, dispositivi volanti dotati di telecamere che riprendono dall'alto ciò che "vedono" in alta definizione. Negli ultimi due anni c'è stata una escalation nella produzione di spettacolari video fatti in questo modo. Con una serie di conseguenze, alcune delle quali hanno occupato le pagine delle cronache locali. E i veneziani ne sanno qualcosa, vista l'enorme quantità di notizie simili apparse negli ultimi mesi, con dispositivi che svolazzano qua e là (senza controllo?) mettendo a rischio oggetti e persone anche nelle aree più frequentate della laguna. Seguiti, immancabilmente, dall'intervento della polizia municipale che sanziona, sequestra, denuncia.

IMG_0016-3

Ma perché tanta popolarità? Semplice, basta qualche ricerca sul web e ci si imbatte in forum internazionali di appassionati che, probabilmente in buona fede, chiedono informazioni sulla possibilità di far volare i propri gioiellini nei cieli più "telegenici". A Venezia, per esempio, uno degli "start" consigliati per far decollare il proprio dispositivo è l'isola di San Giorgio, punto privilegiato per tenere sotto controllo l'area più popolare della città, quella marciana: da qui il drone può essere pilotato, attraverso il canale della Giudecca, in direzione di piazza San Marco e poi di Punta della Dogana, certamente tra le attrazioni più spettacolari. Meglio farlo all'alba, specificano, c'è meno gente e la luce è la migliore della giornata. E attenzione alle grandi navi, rischiano di rovinare le riprese.

Il drone è un oggetto volante, un "aeromobile a pilotaggio remoto (APR)" che può avere diverse dimensioni ed è in grado di librarsi in cielo senza necessità di un pilota a bordo. Quest'ultimo rimane a terra, armato di radiocomando per dirigerne i movimenti. Sempre di pilota, però, si tratta. E la legge dice esplicitamente che per far volare uno strumento del genere bisogna essere abilitati a farlo e avere il permesso dell'Enac. L'articolo 1216 del codice della navigazione (navigazione senza abilitazione) punisce "l’esercente che impiega un aeromobile non abilitato alla navigazione ovvero con certificato di navigabilità (o di collaudo) che non sia in vigore". Solo che in molti questo non lo sanno.

La disinformazione naviga sul web alla stessa velocità delle notizie corrette e induce tanti in errore. Al primo posto tra i preferiti, neanche a dirlo, ci sono i panorami italiani: difficile resistere alla tentazione di regalarsi (e regalare al pubblico dei propri canali social, totalizzando magari milioni di visualizzazioni) le emozioni di un volo HD sopra alcune delle città più belle al mondo. Gli utenti si scambiano informazioni, consigli, esperienze, mostrano con vanto i risultati delle loro fatiche. E suggeriscono veri e propri tour per droni, comprensivi delle zone più gustose da immortalare. "Sono stato a Venezia stamattina con il mio Phantom 3 - racconta uno - Ho anche sorvolato piazza San Marco. Bisogna essere là all'alba, io ci sono stato alle 5.40. Mi sono svegliato all'1.45 per arrivare là in tempo. Lasciate stare il tramonto: l'alba è la scelta migliore, ovunque andiate, vale anche per i parchi americani. Perché a quell'ora non c'è gente, tutti dormono e le aree interessanti sono vuote. Vi consiglio il punto indicato nello screenshot per far partire il drone. L'ho fatto volare diverse volte sopra l'acqua perché nel frattempo sono passate due navi enormi". Se va tutto bene, comunque, il risultato è impressionante: con la colonna sonora giusta, la modalità a schermo intero e i 1080p i brividi sono assicurati. Troppo bello per essere lecito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia terra di conquista dei droni, sul web post ad hoc per "strappare" il video perfetto

VeneziaToday è in caricamento