La fondazione Cini ha una nuova direttrice: agli affari istituzionali l'ex soprintendente Codello

Si occuperà, tra l'altro, della valorizzazione del patrimonio sull'isola di San Giorgio

ORCH

Renata Codello è la nuova direttrice affari istituzionali della Fondazione Giorgio Cini di Venezia: dal 27 marzo Codello, architetto, sarà responsabile dei seguenti ambiti operativi: concezione e gestione di progetti complessi di valorizzazione del patrimonio storico-architettonico dell’isola di San Giorgio Maggiore; gestione delle relazioni con le amministrazioni pubbliche; definizione di politiche di fundraising pubblico; individuazione e gestione di partnership coerenti con la missione e lo statuto della Fondazione. Tra i progetti di valorizzazione del patrimonio storico-architettonico custodito a San Giorgio spiccano la ricerca di una nuova destinazione e la ristrutturazione dell’ex istituto professionale di Stato per le attività marinare, la ristrutturazione della piscina, il restauro del teatro Verde.

Il curriculum: dalla soprintendenza al ministero

Renata Codello vanta una particolare competenza nella gestione e valorizzazione dei beni e degli eventi culturali, competenza maturata nel corso di una lunga esperienza nella pubblica amministrazione, dove ha ricoperto ruoli apicali. Profonda conoscitrice della realtà veneziana e veneta, è stata soprintendente ai beni architettonici e paesaggistici di Venezia e laguna dal 2006 al 2014. Fino al febbraio 2018 ha ricoperto il ruolo di direttore del segretariato regionale del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo per il Veneto.

renata codello-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento