Benetton vince sul Fontego, Orsoni: "Rinasce pezzo di città"

Il sindaco di Venezia commenta il via libera del Consiglio per il progetto: "Abbiamo agito con regolarità. Se non fosse così ben vengano i controlli"

"Vedremo rinascere un pezzo importante di città": è soddisfatto il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni per il via libera dato dal Consiglio comunale al passaggio da pubblico a commerciale dell'uso del Fontego dei Tedeschi, il palazzo a fianco del Ponte di Rialto che Benetton trasformerà su progetto di Rem Koolhaas in un centro commerciale con spazi destinati a uso pubblico a favore della città.

"Prima si restaura l'immobile e si apre l'attività e meglio é per Venezia - dice Orsoni, interpellato dall'Ansa - che vedrà la restituzione di un immobile importante chiuso da anni; un palazzo che darà lavoro a qualche centinaio di persone". Per Orsoni, la riapertura del Fontego dei Tedeschi, un tempo sede delle Poste, sarà motore per rivitalizzare un luogo centrale della città. Il sindaco non sembra curarsi più di tanto delle polemiche che hanno accompagnato la storia del progetto di restauro o degli annunci da parte di associazioni di ricorsi alla magistratura contabile e non: "L'amministrazione comunale - rileva - ha agito con il massimo della correttezza e trasparenza. Se ci saranno indagini degli organi giudiziari ben vengano. Le critiche sono state avanzate partendo da dei pregiudizi, da un'idea di appropriazione di beni privati che appartiene ad altre culture non certo a quella dello stato di diritto. Ricordo che il palazzo era di privati ed è passato di proprietà ad altri privati mentre ci sono stati tentativi di far passare l'idea che era di proprietà pubblica. Si tratta solo di disinformazione che è una forma di violenza nei confronti della pubblica opinione".

Sulle critiche per una presunta sottostima della rivalutazione del bene con il passaggio da una destinazione d'uso pubblica a commerciale, sulla quale il Comune ha ottenuto 6 milioni di euro dalla proprietà, Orsoni dice che "sono esercizi di scuola. Noi abbiamo fatto una valutazione sui prezzi medi di beni analoghi in città", indicando poi che non era così scontato riuscire ad ottenere "la somma che possiamo destinare a favore della città".

(Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento