Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tecnologia incontra il gusto: al Palaplip si parla della digitalizzazione del food - VIDEO

Il 19 ottobre è in scena la terza edizione del Food Meets Digital, l’evento dedicato alla digitalizzazione di chi fa impresa nel settore agroalimentare. Confronto e ispirazione per chi punta sulla qualità di prodotto e di servizio e per chi, dal binomio cibo-territorio, crea esperienze turistiche

 

L’iniziativa è curata da Grow the Planet, parte della Unit Industry di H-Farm, in collaborazione con il Comune di Venezia. Un viaggio che parte dal food tourism e arriva agli artisans of food, passando per i ristoratori tech. I temi? Come il digitale può influire sui sistemi produttivi, sulla comunicazione d’impresa, sul modo di fare ristorazione e di essere consumatori e sulle potenzialità del legame prodotto-territorio. "La digital transformation riguarda l'agricoltura e il cibo in generale - dice Gianni Potti, presidente della Fondazione Comunica - in primis perché il futuro sta nella filiera. Poi perché dire digitale significa dire e-commerce e quindi nuove forme di distribuzione e di vendita dei prodotti del made in Italy. Credo che l'agrifood sia un settore in rapidissima trasformazione, e il digitale nella maggior parte dei casi ne è il driver". Anche per Carlo Vischi di H-Farm "turismo e agrifood vanno sempre più a braccetto: il digitale è improntato sul mondo dell'artigianato e del food e ne garantisce sviluppo e crescita".
                
L'iniziatva rientra nell’ambito del DigitalMeet, il più grande festival diffuso del Nordest sull'alfabetizzazione digitale per cittadini e imprese. Presente anche l'assessore al Turismo Paola Mar, che sottolinea: "Il turismo enogastronomico è uno dei punti più rilevanti del Destination Management Plan dell'Ogd istituito da questa amministrazione, ed è ormai diventato un nuovo modo di viaggiare, tanto che si può certamente delineare un nuovo tessuto turistico che dalle grandi destinazioni, dalle grandi città con l’offerta più classica, si sposta anche in piccole realtà del territorio. Siamo il paese ideale per il turismo legato ai sapori regionali: in questo caso, infatti, il cibo assume il ruolo principale, diventando veicolo di comunicazione della nostra cultura e del territorio. Un turismo che è in forte crescita, i numeri lo possono confermare, e che ora più che mai ha bisogno di un sostegno digitale per connettere questi viaggiatori con un mondo che tutti ci invidiano e che ci fa riconoscere".

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento