Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Intrappolato in un vicolo cieco, pestato e rapinato di chili d'oro

Un rappresentante di 49 anni è stato derubato giovedì nel tardo pomeriggio a Fossalta. I malviventi l'hanno seguito e minacciato forse con una pistola

Messo nei guai da un errore del navigatore. L'aveva attivato perché il casello autostradale era chiuso e stava cercando un itinerario alternativo per tornare da Noventa di Piave. E all'altezza di Fossalta, per il 49enne bellunese rappresentante di gioeielli e preziosi, è scattato l'agguato.

È successo nel tardo pomeriggio di giovedì. Come riporta il Gazzettino, vicino alla stazione di Fossalta l'uomo, a bordo della sua Citroen, invece di svoltare a sinistra per il sottopasso ha imboccato la strada del vecchio passaggio a livello, trovandosi in un vicolo cieco. A quel punto dietro di lui è spuntata una Bmw, dalla quale sono scesi in quattro o cinque. Hanno aggredito l'orafo, l'hanno preso a sberle e si sono fatti consegnare il suo campionario, 6 chili di gioielli in oro e pietre preziose.

L'uomo, in stato di choc, ha dato l'allarme al 112. Ha raccontato che gli aggressori erano probabilmente stranieri, uno forse italiano e forse con una pistola in mano. I malviventi probabilmente lo seguivano da un pezzo e nel vicolo hanno avuto gioco facile a mettere il atto il loro piano. Ora è scattata la caccia alla banda, che si ritrova con una gran quantità di oro da smerciare nel mercato nero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intrappolato in un vicolo cieco, pestato e rapinato di chili d'oro

VeneziaToday è in caricamento