UNA LETTRICE: "Siamo perseguitati dai topi e dai serpenti, ora basta!"

Lucia Foffano, 35enne di via delle Betulle a Marghera, chiede che il fossato della Sinistra Media Brenta a ridosso della sua abitazione venga tombinato: "La salute dei miei figli in pericolo"

"Siamo perseguitati da serpenti, topi e insetti vari". Questo il grido di allarme di Lucia Foffano, 35enne residente in via delle Betulle, a ridosso della tangenziale di Mestre. Ci ha scritto per chiedere che venga trovata una soluzione per quel fosso che tanto la mette in apprensione, soprattutto per quanto riguarda la salute dei suoi tre figli: Tatiana di 16 anni, Michael di 10 e Samuele di 3.

 

"Oltre alla sgradevole puzza che emana il fossato della Sinistra Medio Brenta, a ridosso della mia abitazione, il problema è che vengono fuori ogni giorno topi, serpenti, ricci, bisce, rane ed è infestato di zanzare". Non certo un luogo sicuro per dei bambini. La donna si sfoga: "Sono esasperata, non so più a chi rivolgermi... Se alle istituzioni non interessa la salute e la sicurezza dei miei figli che me lo comunichino. Ieri per poco non mi trovavo in casa un serpente... Basta!"

 

FIRMA LA PETIZIONE DI LUCIA FOFFANO

 

LE FOTO INVIATECI DALLA LETTRICE:

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia: «Vicenda di Jesolo inconcepibile, certe aggregazioni sono un danno sanitario»

  • Noale in lutto, è morto a 29 anni il consigliere comunale Damiano Caravello

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Rapina una 15enne, la minaccia con delle forbici e la molesta sessualmente: denunciato

  • 17enne insegue i rapinatori e li fa arrestare

  • Coronavirus, nuovi positivi in provincia di Venezia. Ricoveri stabili a 8

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento