menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I piccioni banchettano con il pane destinato ai detenuti: "Scandaloso"

Il segretario nazionale della Uilpa Penitenziari Sarno su tutte le furie: "Le immagini deve far scattare indagini". Il cibo sembra insacchettato

"Pane per gli umani o per gli uccelli?". Il sindacato Uilpa Penitenziari se lo chiede in maniera sarcastica. Del resto le foto parlano da sole: un carretto pieno di pane (comunque insacchettato) destinato ai detenuti del carcere di Santa Maria Maggiore che prima diventa pasto privilegiato per alcuni piccioni. In attesa che il cibo finisca alla casa circondariale lagunare.

Immagini che hanno mandato su tutte le furie il segretario nazionale dell'organizzazione sindacale Eugenio Sarno: "Sarà anche vero, come è ben noto, che il sistema penitenziario italiano è oberato da una serie di criticità che ne minano l’efficienza - dichiara in una nota - Molto, ma proprio molto, occorre ancora fare per stimolare molti dirigenti periferici a gestire con oculatezza, responsabilità e competenza anche le minime questioni per cui non serve essere né grandi giuristi né impeccabili manager. Quello che abbiamo documentato a Venezia è scandaloso".

"Le foto parlano da sole - continua il segretario del sindacato - Non ho commenti da aggiungere se non auspicare che le competenti autorità sanitarie e amministrative facciano piena luce sull’accaduto e decidano di individuare eventuali responsabilità. Il minimo che possiamo attenderci dopo questa pubblica denuncia è che tali episodi non abbiano più a ripetersi e che all’interno della casa circondariale si possa distribuire e consumare pane non contaminato da volatili con a seguito carico di pulci, zecche e deiezioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento