menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mondo del calcio in lutto a Mirano: la corsa di Francesco si è fermata a soli sedici anni

Francesco Beccarello è mancato dopo una lunga malattia. Si è allenato con la Usd Miranese: "Un terzino sinistro quanto correva su quella fascia". Mercoledì alle 10.30 i funerali

Il lutto è di tutti coloro che amano il calcio almeno quanto lo amava Francesco Beccarello, 16enne di Mirano, residente in località Luneo, che giovedì è spirato dopo una lunga malattia. La triste notizia si è subito allargata a macchia d'olio nel paese del Veneziano, dove il giovane era molto conosciuto per il suo sorriso e per la sua energia. Fin quando è stato possibile si è allenato con la Usd Miranese, la società calcistica locale, correndo sulla fascia sinistra e dando tutto in quel rettangolo di gioco in cui i compagni di squadra e gli allenatori avevano imparato ad apprezzarlo: "Voglio imprimere nella mia mente questo sorriso, la gioia di quei giorni - dichiara su Facebook uno dei suoi ex mister, Massimo Gallo, postando una foto che ritrae la sua squadra dopo un allenamento sotto la pioggia - Ti voglio ricordare così, ci siamo divertiti come pazzi".

Cordoglio a Mirano

La società venerdì mattina ha pubblicato un messaggio di cordoglio che in poche ore ha catalizzato l'attenzione di quanti lo conoscevano: "Ci uniamo al dolore della famiglia Beccarello per la prematura scomparsa del figlio di 16 anni dopo una lunga malattia. Ci stringiamo in un abbraccio a Francesco", è stato scritto. Nonostante la malattia, che l'aveva costretto a lasciare gli allenamenti a 12 anni, Francesco era sempre rimasto legatissimo al calcio e alla Miranese: "Fino alla scorsa stagione mi ha aiutato con i ragazzi più piccoli, veniva al campo ed era sempre disponibile - lo ricorda Massimo Gallo - sono stato suo allenatore per un paio d'anni, ed era un piacere vederlo giocare. Il suo gruppo era molto divertente, ma lui era quello che aveva più energia di tutti". 

"Ci siamo voluti bene"

Il 16enne era seguito dall'hospice pediatrico di Padova. La brutta notizia è giunta giovedì alla società. "Ho avuto la fortuna di conoscerlo e parlando con lui riusciva a trasmettere l'immenso amore che aveva per la vita e sopratutto per il calcio", racconta un amico. L'intero mondo del calcio miranese è gettato nello sconforto in queste ore: "Non so trovare le parole giuste per esprimere il mio dolore - dichiara Francesco, un altro suo ex allenatore - è stato uno dei miei ragazzi, ci siamo voluti bene. Non è giusto". Gli amici del giovane e i tanti appassionati di calcio si stanno stringendo in queste ore attorno al dolore dei genitori e dei due fratelli di Francesco. Mercoledì alle 10.30 i funerali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento