menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gelo e forse neve in arrivo: scatta il piano neve per le strade, "rinforzi" in aiuto ai senzatetto

In caso di temperature "estreme" la Casa dell'Ospitalità di Mestre metterà a disposizione più posti letto per i clochard. Individuate le strade cruciali da mettere in sicurezza con spargisale

Le previsioni non promettono nulla di buono, con temperature gelide e il rischio che anche in pianura possano far capolino dei fiocchi bianchi. Per questo motivo è scattato il "piano neve" nel territorio comunale di Venezia. L'attenzione si concentra sui possibili problemi di viabilità, soprattutto nelle zone del centro mestrino, ma anche sui numerosi senzatetto che gravitano in terraferma, oltre che in centro storico.

Le previsioni per i prossimi giorni - DETTAGLI

Attenzione sui senzatetto

"Stiamo continuando le nostre attività legate all'emergenza freddo - dichiara l'assessore ai Servizi sociali, Simone Venturini - stiamo proseguendo con l'organizzazione del settore, che prevede la prenotazione del posto alla Casa dell'ospitalità e la successiva accoglienza, ma in queste serate rafforzeremo particolarmente il lavoro di strada, che permette il monitoraggio del territorio. Credo che in caso d'urgenza si potrà ospitare anche qualche persona in più rispetto al contingente minimo, come del resto si è sempre fatto in caso di bisogno". Un pullmino girerà per la città distribuendo coperte e bevande calde per cercare di aiutare chi ha bisogno, mentre, come detto, i 35 posti "canonici" della struttura di via Santa Maria dei Battuti a Mestre potrebbero aumentare fino ad arrivare a 45 o 50: "E' già successo lo scorso inverno del resto", rimarca Venturini.

La brochure informativa del Comune

ocio che nevega 01-2

"Piano neve" pronto a entrare in azione

Sul fronte "viabilistico" si punta sull'informazione e sulla prevenzione: il Comune garantirà la pulizia delle strade principali con gli spargisale. Nel mirino soprattutto le arterie ad elevato transito, cavalcavia e sottopassi, gli accessi gli ospedali e agli edifici pubblici. In allerta, come sempre in questi casi, anche i volontari della protezione civile: "Il piano neve prevede le azioni che bisogna attuare, in coordinamento col Comando di polizia locale, per prevenire e, nel caso di urgenze, risolvere i problemi - spiega l'assessore Giorgio D'Este, che ha la delega per la Protezione civile - E' una macchina che funziona, ma non è escluso che nei prossimi mesi possa essere migliorata attraverso nuovi accordi con le aziende esterne che forniscono i mezzi. Lavoreremo sull'affinamento di determinati aspetti, come la dislocazione degli spargisale più vicino agli snodi cruciali della viabilità. E' un continuo lavoro di miglioramento - conclude - in modo da ottenere tempistiche e qualità d'intervento sempre migliori". 

La brochure informativa del Comune

ocio che nevega 02-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento