menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva il freddo intenso: scatta l'emergenza per chi dorme all'addiaccio

Sarebbero almeno 70 i senzatetto che non hanno un posto in cui ripararsi. La cooperativa Caracol è in grado di ospitarne fino a 34, con una turnazione che privilegia vecchi e malati

È arrivato il gelo, e per chi non ha un tetto sopra la testa, la situazione è molto dura. Come riporta il Gazzettino, la Caracol, cooperativa che si occupa di assistere chi solitamente dorme in strada, ogni notte può accogliere fini a 34 persone in un dormitorio all'interno del centro sociale Rivolta. Un numero basso, se si pensa che almeno più del doppio delle persone non ha un posto dove riscaldarsi le ossa.

Come spiega il presidente della cooperativa, la precedenza va ad anziani, donne e malati, ai quali i giovani cedono il proprio posto letto. L'obiettivo, per lo meno durante queste notti di freddo pungente, è quello di chiedere al Comune di poter aprire le stazioni ferroviarie, cosicché i meno fortunati possano trovare un po' di tepore e, perché no, qualcosa di caldo da bere. La Caracol ogni hanno conta circa 400 contatti, comunque molto in calo rispetto al passato, poiché "l'Italia con la crisi economica non è più attraente come un tempo e non esiste più il mito del Nordest locomotiva del Paese".

Intanto, il 20 e 21 gennaio, in piazzale Roma, scatterà l'iniziativa "SOS Coperte" (DETTAGLI), la prima raccolta coperte per senzatetto del 2016, dedicata alle oltre 200 persone che non hanno un'abitazione in cui stare, e che mai come in nottate di "gelo polare" hanno bisogno di tenersi al caldo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento