«Se il questore non ferma la sperimentazione, andremo dal giudice del lavoro»

Il sindacato Fsp Polizia, dalla segreteria provinciale di Venezia, diffida il questore e chiede di tornare ai normali orari di lavoro

Questura (foto d'archivio)

Fsp Polizia diffida il questore di Venezia Maurizio Masciopinto. La richiesta è chiara da tempo: il sindacato auspica lo stop alla sperimentazione sul controllo del territorio iniziata nel mese di luglio, per tornare ai vecchi orari di lavoro, anche per i turninei corpi di guardia. «Altrimenti, - spiega Mauro Armelao dalla segreteria provinciale - siamo pronti ad andare dal giudice del lavoro».

Armelao nelle scorse settimane aveva denunciato pubblicamente una situazione paradossale che starebbero vivendo i poliziotti di Venezia, di centro storico, terraferma e Lido. La riorganizzazione del controllo del territorio è stata giudicata insoddisfacente dal sindacato, a tal punto «da sortire effetti contrari rispetto a quanto voluto. A Lido, ad esempio, spesso viene a mancare la Volante proprio nei giorni in cui dovrebbe essere la polizia a garantire la presenza sull'isola».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento