menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fumogeni in piazza, rischio denunce per gli ultras dell'Unione

Digos al lavoro per identificare chi materialmente li abbia accesi anche nelle vie circostanti. Venerdì sera la presentazione della squadra

Slogan, cori ma anche fumogeni. E quest'ultimi in piazza Ferretto, come in qualsiasi altro luogo pubblico sono vietati dall'articolo 703 del codice penale. La presentazione ufficiale dell'Unione Venezia sul palco del Festival Show venerdì sera rischia di avere quindi uno strascico giudiziario, almeno per quanto riguarda gli ultras che verranno identificati dalla Digos e accusati di avere acceso almeno tre fumogeni. Ma dovrebbero essere di più.

Dovevano essere parte di una coreografia, simbolo di gioia per il primo abbraccio con i propri beniamini arancioneroverdi. Rischiano di rivelarsi un boomerang, anche se di sicuro gran parte dei tifosi accorsi a supportare l'Unione Venezia sanno a menadito regolamenti e leggi "del settore". In ogni caso la questura ora sta passando al setaccio immagini e filmati per cercare di identificare con precisione chi sia stato ad accendere i fumogeni. Dopodiché, nel caso in cui la Procura lo riterrà opportuno, sulla base della relazione fornita dalla Digos, potrebbero scattare le denunce.

Secondo l'articolo 703 del codice penale infatti "chiunque, senza la licenza dell'autorità, in un luogo abitato o nelle sue adiacenze, o lungo una pubblica via o in direzione di essa spara armi da fuoco, accende fuochi d'artificio, o lancia razzi, o innalza aerostati con fiamme, o, in genere, fa accensioni o esplosioni pericolose, è punito con l'ammenda fino a euro 103". In caso di "adunanze o concorso di persone, la pena è dell'arresto fino a un mese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento