rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Mestre Centro / Via Istituto Santa Maria della Pietà

Ultimo saluto ad Anastasia: "Profondo dolore, cose che capitano in un mondo impazzito"

Lunedì mattina in cimitero a Mestre una cerimonia ortodossa di saluto alla 30enne russa. Presenti i genitori, la sorella, il marito. Funzione guidata dall'arcivescovo Yastrebov

L'ultimo saluto ad Anastasia. Sono arrivati lunedì mattina con un volo diretto da Mosca a Venezia i familiari della giovane donna uccisa la scorsa settimana con il compagno, Biagio Junior Buonomo, da Stefano Perale, 50enne docente d'inglese, ora recluso nel carcere di Santa Maria Maggiore a Venezia. Si è trattata di una cerimonia privata, una quindicina di persone in tutto, che hanno pregato per la trentenne, ascoltando le parole dell'arciprete moscovita Alexey Yastrebov, alla guida della parrocchia ortodossa di San Zan Degolà a Venezia.

La funzione si è tenuta al cimitero di Mestre, presenti la madre, il padre e le sorelle della ragazza, nonché il marito Davide, con il quale si era separata consensualmente da qualche tempo ed erano in atto le pratiche per il divorzio. È stato proprio l'ex ad essersi messo in contatto con i familiari all'estero, per organizzare una cerimonia in ricordo della donna. Tanta commozione, mista a rabbia e tristezza, non poteva certo essere diversamente. "I familiari sono distrutti e ovviamente tristi - ha spiegato l'arciprete - questo è un mondo impazzito". Solo poche parole, in una cerimonia riservata ai parenti, stretti nel dolore per l'ingiusta morte della giovane, assassinata una settimana fa in un appartamento di via Abruzzo a Chirignago assieme al fidanzato Biagio Junior Buonomo, con cui riposerà insieme nel cimitero di Sant'Arpino, nel Casertano.

Allegati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimo saluto ad Anastasia: "Profondo dolore, cose che capitano in un mondo impazzito"

VeneziaToday è in caricamento