Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Via Roma

L'ultimo saluto ad Andrea, in centinaia stretti nel cordoglio: "Regalaci un ultimo sorriso"

Folla nella chiesa di Salzano ai funerali di Andrea Comelato, il 21enne morto nel sonno nella notte tra domenica e lunedì. Feretro scortato dagli amici sulle note di Ligabue

L'intera comunità si è stretta nel dolore per dare l'ultimo addio ad Andrea Comelato, il 21enne di Salzano trovato senza vita dalla madre lunedì mattina. A centinaia hanno voluto presenziare, giovedì pomeriggio, alle esequie celebrate nella chiesa arcipretrale, tra la commozione generale per una morte inaspettata. Sbagliata. Giunta troppo in fretta. Il feretro bianco è entrato in chiesa scortato da vicino dai familiari, sulle note della canzone "Ti sento" di Ligabue, intonata dagli amici del ragazzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Regalaci un ultimo sorriso"

Durante la celebrazione c'è stato spazio per il ricordo di chi gli ha voluto bene, e continuerà a volergliene. Commosso, nella fattispecie, quello della sorella Elena, molto legata al fratello: "Abbiamo tanti ricordi insieme che preferisco riservare per me stessa - ha detto - Fratellino mio, guarda alle persone qua giù, hai lasciato un vuoto enorme. Vieni a dare un abbraccio a mamma e papà, regalaci uno dei tuoi sorrisi. Siamo rimasti in tre ora, ma abbiamo promesso che rimarremo tutti uniti per sempre". Anche una compagna di squadra del 21enne ha voluto ricordarlo in quella che era la sua più grande passione, il basket: "Sei cresciuto sognando il canestro. Conoscevi i tuoi limiti in campo, ma non ti sei mai tirato indietro. Hai avuto da sempre l'umiltà di capire fino a dove potevi arrivare. Sei caduto tante volte, ma non hai mai mollato, tornando sempre in campo".

Il lungo applauso

Al termine della funzione religiosa, un lunghissimo applauso ha accompagnato la bara fuori dalla chiesa, poi trasportata al cimitero comunale per la sepoltura. Amante della palla a spicchi, Andrea era un fedelissimo della Reyer Venezia. La stessa società orogranata ha comunicato che la prossima partita giocata in casa dedicherà uno stendardo in memoria del giovane di Salzano.

Allegati

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo saluto ad Andrea, in centinaia stretti nel cordoglio: "Regalaci un ultimo sorriso"

VeneziaToday è in caricamento