menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un funerale per la bimba trovata morta tra la spazzatura: ci pensa il Comune di Musile

L'amministrazione locale pronta a sostenere le spese e l'organizzazione della cerimonia. Sarà anche un'occasione di sensibilizzazione perché un orrore del genere non si ripeta più

Sarà un giorno dedicato non solo alla memoria di una giovanissima vita scomparsa, ma anche alla riflessione su ciò che è accaduto. Il Comune di Musile di Piave, come riportano i quotidiani locali, ha annunciato l'intenzione di sostenere le spese del funerale della neonata trovata morta sabato scorso tra la spazzatura in una ditta di trattamento rifiuti del paese.

Un obbligo di legge, ma anche un dovere morale. La sindaca Silvia Susanna ha spiegato di non aver ancora parlato di questo aspetto con la magistratura, ma di avere già in mente come comportarsi. Per il giorno della cerimonia funebre, infatti, l'amministrazione intende organizzare un'iniziativa di sensibilizzazione per ricordare che al giorno d'oggi le donne hanno tutto il diritto e la possibilità di partorire in anonimato e dare in affidamento i propri figli. Evitando così che si verifichi nuovamente l'orrore a cui la comunità ha assistito nei giorni scorsi. Quanto accaduto è stato terribile, ricorda la prima cittadina. Un episodio che non può lasciare indifferenti.

Proseguono intanto le indagini dei carabinieri, soprattutto per risalire alla provenienza dei rifiuti e quindi a quella del corpicino. L'ipotesi è che arrivino dalle zone di Udine, Bologna e Lucca. Verifiche sono in corso negli ospedali di quelle aree, mentre si attendono i risultati dell'autopsia disposta sul corpo della piccola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento