menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La manifestazione di Renato Boraso

La manifestazione di Renato Boraso

Una bara davanti a Ca' Farsetti: "Qui giace la storia della Carive"

Il candidato sindaco Renato Boraso ha manifestato martedì la propria contrarietà alla morte dell'istituto lagunare: "Scompare dopo 192 anni"

Una bara davanti a Ca' Farsetti. Martedì mattina è andato in scena un funerale tutto particolare, con sullo sfondo la sede del Comune. Le esequie, però, non sono state organizzate per tributare l'ultimo saluto a qualche personaggio noto, bensì per segnalare la sparizione della Cassa di risparmio di Venezia (la più antica d'Italia, essendo stata fondata nel 1822).

Il candidato sindaco (il primo a ufficializzare di voler concorrere alla poltrona di primo cittadino) a un certo punto è sbarcato in riva del Carbon con al seguito la bara. Alcune facce stupite, altre invece conoscevano in anticipo chi fosse il defunto. Dopodiché sulla bara sono stati posizionati diversi fogli con scritto "estinta Carive dopo 192 anni". Tanto per sottolineare ancora una volta dopo quanti anni si chiuda la storia di questa realtà lagunare.

Da lunedì, infatti, gli uffici della Cassa di Risparmio sono riaperti semplicemente come Intesa Sanpaolo, per effetto della fusione per incorporazione decisa dal gruppo già a giugno. Uno dei pochi cambiamenti pratici per i correntisti sarà il cambiamento del codice Iban: non più l'identificativo Abi "6345",  bensì spazio al "3069" di Intesa Sanpaolo. Non a caso Boraso (e l'ex consigliere Marco Zuanich) martedì mattina si è mostrato a favore di telecamere con in mano un foglio con scritto: "Qui giace il codice Abi 6354".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento