menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La tragedia di Quarto d'Altino: il paese si prepara ai funerali di Paolo Bergamo

Il disabile 51enne ha perso la vita mercoledì sera a causa di un incendio nel suo appartamento di piazza San Michele. Le esequie saranno lunedì alle 11 nella vicina chiesa

Non si spegne l'eco della tragedia di Quarto d'Altino. Mercoledì sera, a causa di un incendio divampato nel suo appartamento, Paolo Bergamo, disabile 51enne, ha perso la vita senza riuscire a mettersi in salvo dalle fiamme. Il paese si appresta a tributargli un ultimo saluto lunedì mattina alle 11, nella chiesa di San Michele a pochi metri dal luogo della tragedia. Ci saranno amici e parenti, ci saranno i vicini di casa che giorno dopo giorno avevano imparato a voler bene a quell'uomo senza una gamba grande amante della cucina.

Un uomo la cui vita è stata sempre in salita, fin da quell'incidente stradale con il motorino quando era adolescente. Uno schianto che gli ha cambiato la vita. Il magistrato titolare delle indagini ha quindi fornito il nulla osta per le esequie, senza optare per un'autopsia. Il 51enne è morto carbonizzato nella sua abitazione: il corpo al momento dell'arrivo dei vigili del fuoco si trovava a terra. Privo di vita. La porta d'ingresso era chiusa a doppia mandata, quindi l'inquilino si è trovato in trappola.

Ha battuto sulla porta e un vicino è intervenuto in suo aiuto. Ma tutti gli sforzi sono stati vani. L'incendio è divampato nella parte "giorno" dell'appartamento, tant'è vero che la camera da letto è stata solo annerita dal fumo. Diverso il discorso per il soggiorno, maggiormente colpito. Lì una porzione del soffitto è crollata. Rimane quindi plausibile l'ipotesi che a causare il rogo possa essere stato un mozzicone di sigaretta finito inavvertitamente sul divano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento