Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiesa piena per il funerale di Roberto Bardella, il parroco: "Basta odio e violenza"

Centinaia di persone hanno voluto salutare per l'ultima volta il 52enne jesolano ucciso 10 giorni fa in una favela di Rio de Janeiro

 

La moglie e i parenti hanno ringraziato per le dimostrazioni d'affetto ricevute e hanno deciso di donare eventuali offerte in favore dei giovani che vivono in condizioni disagiate in Brasile: "Un gesto solidale eroico - ha dichiarato il parroco della chiesa del Sacro Cuore di piazza Trento, don Alfredo Costa, durante l'omelia - aiutare quei figli di Dio già immersi da giovanissimi nel male per ricostruire la loro vita è eroico. Da un episodio terribile è nato un sentimento d'amore. Basta violenza, odio, male. Basta armi, droga. Basta vendette".

La famiglia di Bardella, ucciso da alcuni banditi armati in una favela mentre col cugino Rino Polato stava transitando in moto per raggiungere la costa, ha infatti deciso di cercare di dare una mano agli stessi ragazzi che vivono nelle favelas del Brasile attraverso il progetto "Il viaggio di Roberto" ((IBAN: IT 06 V 02008 03298 000005053238, intestato a Pia Soc Figlie di San Paolo, oppure con un versamento su conto corrente postale 000030434005. In entrambi i casi, causale “Il viaggio di Roberto”).

La cerimonia è stata officiata oltre che da don Costa anche da don Italo Sinigaglia. Al funerale anche l’amministrazione comunale, con il gonfalone e il sindaco Valerio Zoggia con la fascia tricolore. Ma soprattutto tantissimi cittadini cui Roberto Bardella aveva lasciato un segno profondo della propria esistenza: "Il tuo sorriso è sempre davanti a noi - ha dichiarato un amico, Manuel Gerolin - Tu ci hai insegnato ad apprezzare ogni istante. Porteremo nel nostro cuore il tuo ricordo bellissimo, un ricordo che nessuno potrà mai cancellare".

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento