Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

L'ultimo saluto a De Michelis, grande uomo della cultura e dell'editoria

Cerimonia a Santi Giovanni e Paolo martedì. "Mai banale, indagava e si interrogava, perché in questo atteggiamento vedeva la molla di ogni avanzamento"

Chiesa gremita per l’ultimo addio a Cesare De Michelis, intellettuale, politico e padre della casa editrice Marsilio. Politici, autori, esponenti del mondo della cultura e amici si sono stretti alla moglie Emanuela e al figlio Luca nel salutare De Michelis, ex professore di Letteratura a Padova.

Commozione nella chiesa

La cerimonia si è svolta martedì nella chiesa dei Santi Giovanni e Paolo con rito valdese. Una funzione raccolta, conclusasi con i saluti e i ricordi degli amici di una vita. A presiedere il culto la pastora Ilenya Goss che ha ricordato l'impegno pubblico, letterario, artistico, lo spirito critico di De Michelis. La lettura di un brano dell'Antico testamento e della seconda lettera di San Paolo ai Corinzi è stata affidata alla voce commossa di due nipoti del defunto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I ricordi degli amici

«Cesare era un professionista - ha detto invece l’ex sindaco filosofo Massimo Cacciari - non c’è professione senza vocazione, Cesare era questo, pubblicava classici e giovani, era l’editore di Goldoni. Mai banale, indagava e si interrogava, perché in questo atteggiamento vedeva la molla di ogni avanzamento». «Un amico, un grande uomo che conobbi da imprenditore», il ricordo di Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo saluto a De Michelis, grande uomo della cultura e dell'editoria

VeneziaToday è in caricamento