rotate-mobile
Cronaca Marghera

Commozione per l'addio a Sabrina e Luigi: "Non possiamo giudicare quanto successo"

I funerali del poliziotto e dell'infermiera di Dogaletto sono stati celebrati a Marghera giovedì mattina. Chiesa piena durante le esequie, chiusa a flash dei fotografi e telecamere

La comunità stretta nel dolore, nel giorno dell’ultimo saluto. Una folla di persone che ha prima atteso commossa l’arrivo delle bare, poi è entrata in chiesa, per assistere ai funerali di Luigi Nocco e della moglie Sabrina Panzonato, celebrati giovedì mattina alle 10.30, nella parrocchia di San Michele Arcangelo a Marghera. In forma congiunta, nonostante il tragico omicidio-suicidio consumatosi all'interno della coppia di Dogaletto.

LA TRAGEDIA: SPARA ALLA MOGLIE, POI SI UCCIDE

Presenti alle esequie, oltre a parenti e amici, anche il sindaco di Mira, Marco Dori, e il presidente della municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin, nonché agenti della questura e colleghi della donna, che lavorava all'ospedale dell'Angelo. Si è trattata di una cerimonia volutamente chiusa a flash e telecamere, spenti anche gli altoparlanti sul piazzale esterno della chiesa. "Non possiamo giudicare quello che è successo - ha dichiarato il parroco durante l'omelia - Dobbiamo essere uniti nel dolore, e stare vicino ai figli di Luigi e Sabrina".

Funerale di Luigi Nocco e Sabrina Panzonato

L'OMICIDIO-SUICIDIO

Tutto è successo in pochi secondi, in quel terribile giovedì di sangue. Al culmine di un litigio, Luigi Nocco, in forza alla questura di Venezia, ha estratto un coltello, ferendo la moglie Sabrina. La donna è quindi scesa sul vialetto antistante casa per scappare e chiedere aiuto. Nella corsa è inciampata e caduta, e a quel punto il marito ha proseguito nel suo intento omicida, uccidendo la coniuge con un solo colpo di pistola. Subito dopo ha rivolto l'arma verso se stesso, sparando di nuovo e morendo a sua volta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commozione per l'addio a Sabrina e Luigi: "Non possiamo giudicare quanto successo"

VeneziaToday è in caricamento