Migrante suicida in Canal Grande, Brugnaro: "Il Comune pronto a pagargli il funerale"

Il sindaco: "Gesto di umana pietà nei confronti dei suoi sogni infranti". Sullo sfondo il fenomeno dell'immigrazione: "No al 'buonismo'". I media inglesi contro le "frasi razziste"

All'indomani delle polemiche dei giornali inglesi che hanno puntato il dito contro le frasi "razziste" proferite da alcuni astanti nel momento in cui Pateh Sabally perdeva la vita nel Canal Grande davanti alla stazione di Santa Lucia, parlando di una Venezia che ha "lasciato affogare" il giovane migrante, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, annuncia la volontà del Comune di pagare le spese delle sue esequie. Il primo cittadino si è dichiarato disponibile ad attingere le risorse necessarie dal "fondo di solidarietà" alimentato dalle indennità percepite per la sua carica. In campagna elettorale, infatti, Brugnaro aveva dichiarato che avrebbe fatto il sindaco gratis. Lo "stipendio" sarebbe stato accantonato costituendo un fondo per iniziative di solidarietà. 

“E' un gesto di rispetto di Venezia verso Pateh Sabally e i suoi sogni infranti - dichiara il sindaco in una nota - La morte di questo giovane ha lasciato in tutti noi un sentimento di tristezza e di umana pietà verso chi, di fronte alle avversità della vita, non trova più la forza di reagire. Si è trattato di un gesto di disperazione personale e ancora una volta è necessario stigmatizzare chi fa polemiche e sciacallaggio sulle tragedie, ma anche testimoniare con forza che la pietà per la persona umana rimane immutata, degna di essere sempre rispettata".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sullo sfondo della tragedia il fenomeno dell'immigrazione, di cui da anni oramai si dibatte tra media ed enti territoriali: "Alla politica "buonista" voglio ricordare che non si possono continuare ad alimentare le speranze di mezzo mondo di venire in Italia - sottolinea Brugnaro - Bisogna che tutti si rendano conto dell'impossibilità, per il nostro Paese, di continuare a gestire un tale fenomeno di massa come si è fatto finora. Bisogna capirne le implicazioni future, soprattutto le tragedie e le sofferenze che vengono subite da queste persone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un pene in cemento compare a San Marco

  • «Assembramenti fuori dai locali, gente senza mascherina: così torniamo indietro»

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Maneggio in fiamme: feriti padre e figlia, morti quattro cavalli

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento