Parcheggia ogni giorno nel posto disabili a Jesolo, ma il contrassegno è della madre

Una lavoratrice di una struttura ricettiva della località balneare è stata colta in fallo dalla polizia locale. Per lei una sazione amministrativa. Il tesserino è stato ritirato

Parcheggiava ogni giorno, almeno secondo la polizia locale, sugli stalli gialli dedicati ai portatori di handicap. Solo che lei non ha alcun problema di deambulazione o altro: semplicemente fino a lunedì ha sfruttato il contrassegno per disabili della madre. E' quanto hanno scoperto gli agenti del Comando di Jesolo, che hanno controllato un'automobilista in via Bafile.

Quest'ultima, residente a Torre di Mosto, è accusata di raggiungere ogni giorno la località balneare per iniziare il proprio turno di lavoro in una struttura ricettiva parcheggiando la propria auto dove non potrebbe. Il veicolo sarebbe rimasto ripetutamente (e per parecchie ore della giornata) in sosta sullo stallo giallo senza averne titolo. Per questo motivo al termine degli accertamenti la donna è stata sanzionata secondo quanto espresso dal Codice della strada. In più il contrassegno è stato ritirato e spedito al Comune di Mansuè, dove era stato rilasciato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Zaia contro il Dpcm: «Posso spostarmi in una metropoli e non tra Comuni con meno di 5mila abitanti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Schianto in moto, morto un uomo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento