menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tubazioni posticce e sigilli rimossi: furto d'acqua su 2 contatori alla Giudecca

La scoperta dei carabinieri qualche giorno fa, all'interno di un condominio. Erano stati realizzati impianti idrici alternativi, con tubi flessibili e raccordi, per eludere il pagamento del servizio

Due veneziani 40enni sono stati denunciati per aver realizzato due impianti idrici alternativi, con tubi flessibili e raccordi, allo scopo di fornirsi di acqua in un condominio, eludendo il pagamento del servizio. La scoperta è di qualche giorno fa. I carabinieri del Nucleo Natanti del Reparto Operativo di Venezia hanno trovato i sigilli dei contatori rimossi e le tubazioni posticce.

Accertamenti

L'attenzione dei militari è stata attirata dal gruppo di contatori dell’acqua dell’azienda Veritas di cui due, insolitamente, recavano alcuni by pass con tubazioni flessibili del tipo solitamente non usato dalla società. Immediati gli accertamenti per risalire agli utenti e chiedere loro chiarimenti, circa quei due impianti idrici realizzati non proprio a regola d’arte.

Sigilli

Nel frattempo veniva richiesto l’intervento di una squadra di tecnici dell’azienda i quali, una volta sul posto, hanno potuto accertare che per le due utenze sospette era stato realizzato un impianto alternativo per non pagare i consumi di acqua potabile. A questo punto Veritas ha rimosso le tubazioni posticce, subito sequestrate, ripristinando l’impianto idrico. Gli utenti dei due distinti impianti, due veneziani quarantenni, sono stati denunciati.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento