Furti ripetuti di biciclette: arrestata coppia di ragazzi

I carabinieri li hanno bloccati in flagrante a Mirano. A Fusina, invece, è stato rintracciato un bambino francese ricercato in tutta Europa: la madre lo aveva portato via senza averne titolo

I carabinieri di Mirano, durante un giro notturno di perlustrazione nella zona residenziale adiacente a via Miranese, hanno arrestato T.V., ragazza 23enne di Caltana, e S.S., noalese di 25 anni, mentre tentavano di rubare una bicicletta parcheggiata all'esterno di un condominio. I pattugliamenti erano stati rafforzati in quella zona proprio per il rischio di furti, vista l’alta densità di appartamenti. L'avvistamento è avvenuto intorno a mezzanotte, quando i carabinieri hanno colto sul fatto i due ladri mentre uscivano dal cancello di un condominio, uno dei due inforcando una bici: controllandoli, li hanno trovati in possesso di un tronchese con il quale avevano rimosso il lucchetto antifurto.

Arrestati in flagrante

Entrambi erano già noti alle forze dell'ordine per i loro precedenti, ovvero altri furti commessi con lo stesso modus operandi, in particolare di biciclette. L’ultima denuncia a carico dei due risale a meno di due settimane fa: la ragazza aveva infatti rubato una bici all'esterno di un locale di Mirano, consegnandola poi all’amico noalese, il quale era stato accusato del reato di ricettazione. Stanotte, invece, i ladruncoli sono stati arrestati in flagrante, quindi portati in caserma e messi a disposizione del magistrato di turno in vista del processo per direttissima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bambino e madre rintracciati a Fusina

Un'altra operazione è stata svolta invece dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Mestre, i quali hanno rintracciato un bambino francese di poco più di un anno che risultava ricercato in tutta Europa dopo essere stato “rapito” dalla madre, residente in Francia e di origini marocchine: la denuncia di scomparsa è stata presentata a luglio del 2019 dal padre del piccolo, dopo che la donna si era allontanata portando con sé il bambino. Madre e figlio, che si trovavano in Italia in vacanza, sono stati trovati in un campeggio di Fusina e portati in caserma. Dopodiché sono stati avviati al rimpatrio, programmato per i prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento