Cronaca

Dilagano i furti di bici a Mestre Denunce arrivano da ogni quartiere

Studenti e lavoratori, tutti vittime dei furti di bici. Al presidente della Municipalità di Mestre ne sono state rubate due nel week-end

Biciclette ancora nel mirino dei ladri in centro a Mestre. Le denunce si susseguono anche se la stragrande maggioranza dei ciclisti derubati sceglie di non rivolgersi nemmeno alle forze dell’ordine. Il fenomeno colpisce tutti, indistintamente. Nel mirino dei malviventi sono finite infatti pure molte biciclette di Massimo Venturini, presidente della Municipalità di Mestre. Come riporta La Nuova Venezia, le bici che gli sono state rubate negli ultimi otto anni sono ben quindici. Due solamente lo scorso fine settimana: la prima davanti al Municipio in via Palazzo, la seconda all’inizio di via Forte Marghera.

Le biciclette sarebbero destinate ad un mercato illegale di pezzi di ricambio, così si spiega il furto “singolo” di ruote, pedali, sellini oppure fanali. Comune e Avm hanno introdotto la prassi della targhetta identificativa per ogni mezzo, ma il fenomeno dei furti dilaga ugualmente. Una nuova campagna di punzonatura gratuita ci sarà mercoledì 18 settembre, in via Palazzo dalle 10 alle 14: l’iniziativa rientra nelle iniziative della Settimana Europea della Mobilità che prende il via domenica.

Venerdì 20 settembre ci sarà il conteggio dei passaggi delle bici: 4 check point, attivi dalle 7.30 alle 9.30 conteranno i passaggi di biciclette in città. Alle 18 aperitivo offerto in via Brenta Vecchia dagli Amici della bicicletta, impegnati in una grande campagna di sensibilizzazione contro i furti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dilagano i furti di bici a Mestre Denunce arrivano da ogni quartiere

VeneziaToday è in caricamento