rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Coltellino e mimetica: piovono borseggi a San Marco tra la folla del Martedì grasso

Almeno un paio di coppie di turisti stranieri si sono rivolte alle forze dell'ordine verso le 16.30. Nel mirino due ladri vestiti in mimetica. Un altro paio di furti a segno in precedenza

Le descrizioni sono molto simili, di conseguenza è probabile che a tentare di borseggiare almeno due coppie di turisti stranieri in piazza San Marco durante le manifestazioni del Martedì grasso sia stata sempre la stessa coppia di malintenzionati. A giudicare dai  racconti delle vittime potrebbero essere tornati in azione i "tagliaborse", che periodicamente fanno capolino in centro storico durante i periodi di maggiore afflusso. I visitatori verso le 16.30 si sono rivolti alle forze dell'ordine spiegando che qualcuno vestito in mimetica li avrebbe avvicinati senza farsi scoprire e poi avrebbe cercato di tagliare la tracolla della borsa con un coltellino, o di "bucare" il tessuto per impossessarsi di quanto di valore c'era all'interno.

Ladri in mimetica

Dei malintenzionati, però, nessuna traccia. Si sono mischiati alla folla che ha raggiunto piazza San Marco per assistere all'incoronazione ufficiale della Maria del Carnevale, Erika Chia, e allo "svolo del leon", evento che segna la chiusura della kermesse lagunare. Una nota di ricerca è stata diramata alle varie forze dell'ordine presenti in area marciana, ma dalle coppia di delinquenti nemmeno l'ombra. Non è chiaro se i colpi siano effettivamente riusciti, fatto sta che almeno un altro paio di borseggi "tradizionali" in area marciana in quelle ore sarebbero stati messi a segno. Non una novità: tutti i centri storici turistici sono afflitti da un problema tanto difficile da contrastare quanto dannoso per l'immagine della città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltellino e mimetica: piovono borseggi a San Marco tra la folla del Martedì grasso

VeneziaToday è in caricamento