Cronaca Via Nazario Sauro

Moniego bersagliata dai furti in casa, le casalinghe si "armano"

I ladri martedì scorso si sono trovati un bigliettino nella cassaforte: "Non c'è più niente da rubare". Delinquenti in azione in pieno giorno

«Siamo bersagliati dai furti. Ma ora i ladri devono sapere che il quartiere si sta mobilitando. Terremo tutti gli occhi aperti e nel caso ci difenderemo da soli». A parlare è M.L., casalinga 50enne che martedì scorso si è trovata la sua abitazione di via Nazario Sauro a Moniego violata dai banditi. Solo l'ultimo di una serie di colpi messi a segno negli ultimi mesi. Di notte? No, in pieno giorno. Tra le 11.30 e le 13.30. I furfanti, senza alcuna paura di essere visti, sono entrati forzando un catenaccio e la finestra per poi mettere a soqquadro tutto. Cercavano soldi e gioielli.

A essere visitata anche la vicina di casa, B.M., pure lei al momento assente. Era dalla madre. I ladri hanno forzato la finestra e poi sono scappati dal retro. Sapevano che a quell'ora avrebbero avuto via libera. Ma non sapevano che l'abitazione della donna era già stata svuotata mesi fa. Al punto da trovarsi nella cassaforte (aperta utilizzando forse un flessibile) un bigliettino con scritto «Cari ladri, abbiamo già avuto visita sgradita, non c'è più niente da rubare». Era vero, non c'era quasi più nulla da portarsi via. Due collane di perle il bottino.

«Ma noi siamo pronti a difenderci - sottolinea M.L. - c'è chi mi dice che tiene il fucile a portata di mano. Io qualche volta giro con un coltellino in tasca, specie quando vado al cimitero». A Moniego, quindi, si sta creando una sorta di «esercito delle casalinghe» che fa di necessità virtù: «Ci conosciamo tutti qui - continua la derubata - siamo d'accordo che ogni veicolo sospetto ora lo segnaleremo subito ai carabinieri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moniego bersagliata dai furti in casa, le casalinghe si "armano"

VeneziaToday è in caricamento