Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Via Aurelio De Pol

Fanno incetta di smartphone al parco acquatico, denunciati due giovani ladruncoli

Un 22enne e un 18enne individuati dai carabinieri al termine delle indagini su una serie di furti messi a segno all'Aquaestate di Noale. Gli episodi la settimana scorsa

L'affollato parco acquatico era diventato per loro luogo ideale per mettere a segno furti a danno dei malcapitati frequentatori. Due giovanissimi avevano colpito a più riprese, impossessandosi di almeno 4 o 5 smartphone. Ma potrebbero essere anche di più, e gli accertamenti in questo senso proseguono. I carabinieri li hanno individuati sabato, mettendo un freno alla loro attività predatoria.

Si tratta di due ragazzi di 22 e 18 anni (uno di origini straniere, l'altro italiano), entrambi residenti in provincia di Padova. Nei giorni precedenti avevano fatto incetta di cellulari appartenenti ad alcuni degli ospiti dell'Aquaestate di Noale, frequentato soprattutto da famiglie e ragazzini. Probabilmente pensavano di averla ormai fatta franca, ma non era così: dopo le denunce delle vittime di furto sono partite infatti le indagini dei militari dell'Arma, che nel fine settimana sono riusciti a dare un nome ai ladruncoli e a raggiungerli. Ai due, che si sarebbero intrufolati nella struttura attraverso un buco nella recinzione per più volte, è toccata una denuncia per il reato di furto aggravato in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanno incetta di smartphone al parco acquatico, denunciati due giovani ladruncoli

VeneziaToday è in caricamento