menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indumenti intimi ed abbigliamento: piccoli furti a catena nel Veneziano

Tre le persone denunciate lunedì dalla polizia, a seguito delle segnalazioni pervenute dai direttori dei punti vendita. Della provincia le delinquenti

Una serie di furtarelli nelle zone commerciali del Veneziano. Il primo intervento della polizia è avvenuto nella mattinata di lunedì, dopo che il direttore di un noto negozio di via Paccagnella a Mestre riferiva di aver fermato due donne con della merce rubata. Giunte sul posto, le volanti hanno identificato le due, una delle quali, D.R., noalese di 38 anni, è stata denunciata in stato di libertà per tentato furto aggravato. La refurtiva, non più rivendibile, si aggira sui 57 euro di valore.

Poco prima delle 13, invece, una volante si è recata a Marghera, in un noto supermercato di via S. Orsato, dopo che il direttore aveva contattato il 113. Sul posto, gli agenti hanno denunciato in stato di libertà R.P., 51enne nata a Venezia, che aveva tentato di scppare dal negozio con indumenti intimi del valore commerciale di 56 euro.

L'ultimo episodio alle 17.30, all'Auchan di Mestre. Il responsabile di un negozio aveva riferito alla centrale opertiva di aver fermato una ragazza con della merce non pagata. B.V.R., 26enne veneziana, aveva tentato di uscire dal punto vendita con un vestito del valore di 39 euro. La giovane è stata denunciata in stato di libertà dalla forze dell'ordine per il reato di tentato furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento