menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Veritas lancia l'appello: "Nei nostri ecocentri servono più carabinieri"

Molti episodi di intrusioni di malviventi, sia di giorno che di notte, soprattutto nel Miranese. I sindaci si sono già fatti sentire più volte


“Più controlli dei carabinieri negli ecocentri comunali. Dopo i sindaci di Martellago, Noale, Pianiga, Salzano, Scorzé, Santa Maria di Sala e Spinea, anche noi ci uniamo all’appello”. Veritas alza la voce, il problema delle intrusioni dei malviventi è molto sentito e così dai vertici territoriali della zona parte una richiesta ben precisa: più controlli dei carabinieri negli ecocentri del Miranese.

“La richiesta è necessaria – si legge - a causa della continua presenza di persone di varia provenienza e nazionalità che importunano insistentemente i cittadini che si recano negli Ecocentri per conferire i loro rifiuti. Lo scopo di questi molestatori è di appropriarsi dei materiali che i cittadini stanno per consegnare (in particolare rifiuti elettrici ed elettronici dai quali ricavare metalli e componenti elettroniche e alcuni tipi di ingombranti) per poi rivenderli”.

“Ogni tentativo da parte del personale di Veritas di allontanarli non produce alcun effetto, se non quello di provocare reazioni aggressive e minacciose”. Proprio il mese scorso i carabinieri hanno colto in flagranza madre e figlio, originari dell’Est Europa, dopo un ingente furto di rame e ferro all’ecocentro di Santa Maria di Sala. Avevano appena riempito un furgone, sono finiti in manette. Ma, evidentemente, il problema resta sentito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento