Cronaca Jesolo

Furti a raffica negli immobili, scatta l'allarme

Nel fine settimana malviventi hanno fatto irruzione in un albergo e in alcune case in zona Pineta a Jesolo e dintorni. Monili e soldi portati via: indaga la polizia

La zona Pineta a Jesolo Lido ancora sotto il tiro dei ladri, che sembra non vedano l'ora di vedere alleggerito il litorale delle presenze estive per entrare in azione nelle case e negli alberghi. L'allarme è scattato lo scorso fine settimana quando alcuni proprietari hanno chiamato carabinieri e poliziotti del commissariato jesolano per denunciare i fatti. Sono diversi gli immobili visitati, anche a Cortellazzo, in alcuni casi ci sarebbero state solo effrazioni a porte o finestre ma i ladri non avrebbero toccato nulla probabilmente non avendo trovato oggetti di loro interesse. In un paio di appartamenti invece sembra siano entrati abbastanza sicuri di trovare valori. Aperte le casseforti si sono impossessati di gioielli e soldi per parecchie migliaia di euro.

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di VeneziaToday

Ora la polizia indaga. Sembra non si tratti di intrusioni all'interno di immobili o strutture ricettive chiuse, bensì di irruzioni in abitazioni usate anche d'inverno: non sono stati presi di mira oggetti d'arredo, elettrodomestici, tv, che si possono trovare negli hotel una volta sistemati e chiusi per la pausa invernale. I malviventi, che dal modus operandi potrebbero essere criminali dell'est Europa, forse trasfertisti, hanno un target preciso: valori e contanti. Così si muovono a bordo di veicoli trafugati, passano all'azione approfittando magari dell'assenza temporanea dei proprietari e agiscono rapidamente attrezzati di arnesi da scasso, chiavi e grimaldelli. Almeno due le case svaligiate lo scorso fine settimana: portati via ori, preziosi e soldi per un valore che potrebbe aggirarsi attorno ai 15-20 mila euro. La polizia, eseguiti i rilievi, sta controllando tutte le immagini per poter arrivare a degli identikit. Minimo due se non tre le persone entrate in azione nei colpi, l'obbiettivo è risalire ai mezzi usati negli spostamenti e per controllare l'esterno delle abitazioni durante le intrusioni. In questo momento le indagini continuano a tutto campo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti a raffica negli immobili, scatta l'allarme
VeneziaToday è in caricamento