Cronaca

In trasferta per rubare nelle abitazioni: tre ragazze prese dalla polizia a Pordenone

Due minori e una diciottenne: abitano a Mestre e sono state scoperte in azione sabato pomeriggio

Polizia di Pordenone (archivio)

Tre ragazze provenienti da Mestre sono state scoperte a rubare nelle abitazioni di Pordenone. Era sabato pomeriggio quando alla questura locale è arrivata la segnalazione di un tentativo di intrusione all'interno di un alloggio, in periferia: le ladre, scoperte in azione, si sono allontanate ma nel giro di pochi minuti un equipaggio della squadra mobile è intervenuto sul posto e le ha individuate a poche centinaia di metri. Con sé avevano tre grossi cacciaviti, una chiave inglese e un pezzo di plastica sagomato, adatto per forzare le porte; inoltre, dei monili in oro e dei soldi in contanti.

Gli investigatori hanno verificato che i preziosi erano il frutto di un furto commesso poco prima in un'altra abitazione poco distante. A quel punto le tre ragazze sono state accompagnate in questura e sottoposte al controllo delle impronte digitali. Avevano già precedenti per reati dello stesso tipo e sono risultate essere due minorenni (rispettivamente 16 e 17 anni) e la terza neo maggiorenne. Ora sono indagate in stato di libertà per ricettazione e possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, oltre che destinatarie di foglio di via per tre anni dalla provincia di Pordenone con ritorno immediato nel comune di Venezia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In trasferta per rubare nelle abitazioni: tre ragazze prese dalla polizia a Pordenone

VeneziaToday è in caricamento