menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dentro e fuori dai negozi col jammer, ladro fa incetta di vestiti: in auto capi per 10mila euro

Il delinquente, un 43enne croato, è stato fermato ad un posto di blocco a Dolo. Dopo la perquisizione, i militari dell'Arma hanno trovato gli abiti ammassati e il piccolo apparecchio

Un vero e proprio professionista del furto il ladro fermato nella serata di venerdì dai militari dell'Arma a Dolo, in via Velluti. L'uomo, P.D., 43enne di nazionalità e residenza croata, è stato fermato ad un posto di blocco per un controllo di rito, e la successiva perquisizione dell'auto l'ha messo nei guai: all'interno dell'abitacolo, infatti, i carabinieri hanno trovato numerosi capi di vestiario, per un valore complessivo di circa 10mila euro.

Il 43enne si è dimostrato poco collaborativo sin dal principio per apparenti problemi linguistici, ma proprio le difficoltà a parlare l'italiano hanno insospettito i carabinieri, che hanno proceduto con la perquisizione del veicolo. L'intuizione è stata vincente, dal momento che nel mezzo si trovavano ammassati molti capi di vestiario, tutti dotati del dispositivo di antitaccheggio. Allo stupore iniziale dei militari, si è sostituita ben presto la consapevolezza di trovarsi di fronte ad un professionista: controllando meglio dentro l'auto, infatti, gli uomini in divisa hanno trovato un "jammer" di ultima generazione, un piccolo dispositivo in grado di intercettare gli impulsi elettrici, disattivando, di fatto, i varchi dei negozi.

Il malvivente aveva fatto "spesa pazza" nei templi dello shopping veneziano, la Nave de Vero a Marghera e l'outlet di Noventa di Piave. Tra la mattina ed il pomeriggio di venerdì, il 43enne ha avuto la freddezza di intascare i vari capi di abbigliamento, sfruttando il "jammer" per entrare ed uscire inosservato dai vari negozi dei due centri. Di sicuro tanto sangue freddo, che però non è servito ad assicurargli il colpo, almeno inizialmente: ci si è messa di mezzo la mala sorte a rovinargli i piani, quando probabilmente si stava dirigendo oltre confine con il suo bottino.

La merce trafugata, per un valore di circa 10mila euro, è stata restituita ai vari negozi, mentre il ladro, dopo essere stato condotto in caserma, è stato denunciato a piede libero per i reati di furto e ricettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento