menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Post concerto amaro a San Donà, razzie nelle auto in serie fuori dal Revolver

Diiversi i veicoli "visitati" vicino a una fabbrica dopo il live di Noyz Narcos. Trafugate borse e giacche. Il giorno seguente numerosi i messaggi dei derubati sull'evento Facebook

Auto scassinate in serie per razziare ciò che si trovava all'interno. Fine concerto amaro per alcuni spettatori del concerto di Noyz Narcos di sabato sera al locale "Revolver" di San Donà di Piave. A giudicare dai commenti postati sulla pagina dell'evento su Facebook, i derubati sarebbero stati almeno una decina: "Hanno rotto il finestrino di sette macchine prima e dopo la mia - dichiara una ragazza - hanno rubato la borsa a me e le mie amiche". Di questi automobilisti sfortunati non è dato sapere quanti abbiano presentato denuncia: "Io e i miei amici siamo stati derubati di giacche e portafogli - dichiara P.S., che ci ha contattato indispettito - il giorno seguente ci siamo accorti che non eravamo gli unici, anzi".

La lista, infatti, è corposa: "Anche a me hanno provato a scassinare l'auto", scrive M.B., mentre a M.M. avrebbero trafugato giacche e borse. Le razzie si sarebbero concentrate in un parcheggio vicino a una fabbrica. I derubati sperano che quest'ultima sia dotata di telecamere. I delinquenti erano concentrati soprattutto sui soldi, tant'è vero che spesso giacche e zaini sarebbero stati lasciati a terra, svuotati di quanto di valore poteva esserci. "Alcune cose le hanno buttate in un fosso vicino a casa mia - avverte G.I. - abbiamo recuperato un giubbotto, una borsa, un biglietto per una partita, e dei documenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento