menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marghera, ladri di rame scatenati Tartassata tutta l'area industriale

Ultimi colpi alla "San Marco Petroli" e al cantiere dove sta sorgendo il centro commerciale "Nave de vero". Ingente bottino e moltissimi danni

Ladri di rame scatenati in tutta la provincia, altri due episodi nei giorni scorsi a Marghera. Ormai bottini di questo genere sono sempre più ambiti, a rubare il rame sono sia persone inesperte e disperate sia bande specializzate che curano il colpo nei minimi dettagli. Ed è proprio quello capitato a Marghera. Come riporta La Nuova Venezia, infatti, ormai i malviventi stanno battendo palmo a palmo la periferia mestrina.

Il bottino parla di oltre tremila metri di cavi rubati, che nel florido mercato illegale frutteranno più o meno 15mila euro. Senza contare però i danni provocati: almeno 40mila euro, tra la sede della “San Marco Petroli” e il cantiere “Blo” dove sta sorgendo il nuovo centro commerciale “Nave de vero”.

Nella sede della San Marco Petroli di via dell’Elettronica i ladri hanno rubato una grande quantità di cavi in tensione necessari al funzionamento della banchina. Al cantiere Blo, invece, i cavi sono stati sfilati nell’area dove si sta realizzando la nuova rotonda d’accesso al parco commerciale. La banda ha sfilato i cavi dell’illuminazione pubblica della rotonda nel tratto compreso tra i due pozzetti elettrici. Sono solo gli ultimi due colpi di una lunga serie, che negli ultimi mesi ha tartassato l’intera zona industriale di Marghera. Molti rafforzano il sistema di videosorveglianza, ma i malviventi agiscono con il volto coperto e senza alcuna remora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento