Maxi furto di asparagi: rubato il raccolto a un giovane agricoltore

Davide Montino, di Mirano, denuncia: «Sono amareggiato». Dieci giorni fa un'altra razzia

C'erano sconcerto e disperazione nel volto del giovane agricoltore Davide Montino, quando stamattina si è recato sul campo in via Caorliega a Mirano con l’intento di raccogliere gli asparagi finalmente pronti. Subito si è accorto, infatti, che qualcuno era già passato prima, facendo razzia.

Dieci giorni fa un furto simile

Già dieci giorni fa era capitato nello stesso campo, coltivato ad asparagi verdi e bianchi. In quell'occasione i ladri avevano portato via almeno 20 chili di punte di asparagi (che non erano ancora pronti per la raccolta). Ora, il danno è maggiore perché hanno rubato quasi tutto. «Sono molto amareggiato - dice Davide Montino - questo gesto in un momento cosi difficile è ancora più insopportabile. Non riuscirò ad evadere gli ordini dei miei clienti che aspettavano gli asparagi per il pranzo di Pasqua».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le consegne a domicilio

Quella di Davide Montino è tra le aziende che hanno deciso di far fronte alla difficoltà del periodo facendo consegne a domicilio, portando verdura e frutta di stagione raccolti il giorno prima in campagna. «Il lavoro dell’agricoltore è sempre stato faticoso, ma in questo periodo è particolarmente difficile perché oltre alla fase di semina e raccolta in campagna ci dobbiamo organizzare con le consegne a casa che sono più laboriose, nel rispetto delle giuste norme di sicurezza, cercando di accontentare tutti anche chi ordina pochi euro di spesa, perché sappiamo che il periodo è drammatico per molti», aggiunge.  Gli aspargi – sottolinea Coldiretti Venezia - sono tra gli ortaggi più pregiati non solo perché sono uno scrigno di nutrienti benefici per il nostro organismo, minerali e vitamine, ma anche perchè la loro coltivazione è complessa, prevede una permanenza nel terreno decisamente lunga; l’asparago non è soggetto a rotazione periodica nel terreno, necessita di concimazioni e varie lavorazioni che contribuiscono a renderlo un prodotto ricercato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento