Ruba il bancomat all'anziana con l'inganno e preleva 2mila euro: ai domiciliari

Il delinquente, un 27enne di Muggiò, ha agito a Caorle. Pochi giorni prima era stato arrestato per un episodio simile a Chioggia

Ha seguito l'anziana allo sportello bancomat, monitorando i movimenti delle dita per carpirne il codice segreto. Poi, con uno stratagemma, è riuscito ad impossessarsi della tessera della donna, effettuando almeno 3 prelievi in altrettanti dispositivi, riuscendo a racimolare 2mila euro. Venerdì mattina i carabinieri della stazione di Caorle hanno notificato gli arresti domiciliari a A.M., 27enne residente a Muggiò (MB). Il provvedimento è stato emesso dal gip di Pordenone, su richiesto del pm.

La denuncia della vittima

A denunciare l'episodio era stata la stessa vittima del furto, che non aveva ravvisato malignità nei gesti premurosi di quel ragazzo. Il 27enne, infatti, secondo la ricostruzione effettuata, dopo aver memorizzato il codice pin della carta, si sarebbe avvicinato con fare gentile, offrendo aiuto alla donna per estrarre la carta dal bancomat. Un gesto insolito, che avrebbe comunque tratto in inganno l'anziana. Il ragazzo a quel punto sarebbe riuscito ad estrarre la tessera senza farsi vedere dalla vittima, facendole poi credere che il bancomat stesso fosse stato trattenuto dal dispositivo. A quel punto il giovane si sarebbe allontanato rapidamente e avrebbe effettuato i 3 prelievi di denaro contante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini

I militari dell'Arma di Caorle, dopo aver ricostruito i primi passaggi con la testimonianza della donna, hanno cominciato a setecciare le telecamere di videosorveglianza di tutti gli istituti di credito, hanno ascoltato persone e avviato scambi informativi con altri comandi e reparti. Grazie a segnalazioni di fatti analoghi successi di recente, i militari sono riusciti a dare un volto al colpevole, già ai domiciliari per un episodio analogo commesso negli stessi giorni a Chioggia. Ora dovrà rispondere di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Trovata nelle campagne di Altino una scultura romana

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento