rotate-mobile
Cronaca Jesolo / Piazza Aurora

Razzia nel bar a Jesolo, scoperto perché era l'unico cliente giovane

Il 12 febbraio scorso da un locale di piazza Marina sparirono due televisori. Il colpevole è un 38enne del paese, che ha confessato

Il bar era stato razziato il 12 febbraio scorso. Due televisori da 40 e da 32 pollici trafugati assieme al fondo cassa di 60 euro. Il colpo in piazza Marina. A distanza di dieci giorni uno dei due ladri entrati in azione è stato denunciato dalla polizia. Si tratta di un 38enne vecchia conoscenza delle forze dell'ordine che nei giorni precedenti al furto era stato visto dal titolare all'interno del bar. Una presenza inconsueta, visto che l'età media degli avventori era più elevata.

Le caratteristiche somatiche del cliente portavano gli inquirenti a riconoscere in quel giovane una vecchia conoscenza, anche per il modus operandi del reato. I sospetti si sono concentrati quindi su M.M., Jesolano di 38 anni, senza fissa dimora, uscito da circa un mese da una comunità del Veronese e sottoposto a sorveglianza speciale. L'uomo è stato poi fermato il 19 febbraio scorso mentre camminava per via Trentin e portato in commissariato.

Sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di una piccola torcia, un paio di guanti da lavoro in stoffa e gomma e uno straccio di stoffa da cucina che M.M. teneva nella tasca del giubbotto per evitare di ferirsi nell’infrangere le finestre per introdursi nei luoghi dei furti. Trovandosi messo di fronte all’evidenza, M.M. ha confessato davanti ai poliziotti di essere stato l'autore del furto nel bar con un complice di origini magrebine. Denuncia per lui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia nel bar a Jesolo, scoperto perché era l'unico cliente giovane

VeneziaToday è in caricamento