Arrestati due giovani ladri di biciclette, uno ha 17 anni

I ragazzi sono stati sorpresi in flagranza di reato mentre stavano rubando delle bici da una palazzina di Mirano. Avevano con sé tutto l'occorrente per forzare i basculanti dei box auto

Nelle tasche avevano guanti, torce e coltellini multiuso, utilizzati per forzare le serrature dei basculanti. Nella tarda serata di ieri, i carabinieri del Norm di Mestre hanno arrestato in flagranza di reato due giovani, P.C., 19enne moldavo, ed un 17enne, che avevano appena rubato delle biciclette, di cui una elettrica, da una palazzina di Mirano.

Giovani ladri di bici a Mirano

I militari hanno ricevuto l'allerta da parte dei residenti di alcuni furti nella zona di via Mascagni, e una volta sul posto hanno subito identificato i due giovani che si allontanavano con 3 biciclette. Dopo la perquisizione di rito, è seguito il sopralluogo nei garage del condominio visitato dai ladruncoli; almeno quattro serrature erano state forzate e da quattro box erano spartie le biciclette, poi recuperate. Un paio di bici erano state appoggiate alla cancellata dell'edificio: con ogni probabilità i due giovani avevano in mente di fare un secondo viaggio per recuperarle e portarle poi altrove.

Arrestati

La coppia di ladri è stata quindi portata in caserma per gli accertamenti del caso e arrestata. Il minore è stato anche trovato in possesso di uno spinello di marijuana e segnalato alla prefettura. Per il 19enne si sono aperte le porte del carcere di Santa Maria Maggiore, mentre il 17enne è stato portato nel carcere minorile di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento