menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nella tana del lupo: tenta di rubare la bici del comandante nella caserma dei carabinieri

È stato bloccato a Sottomarina nella notte tra domenica e lunedì. Ha cercato di portare a termine un furto "impossibile", gli è andata male. Un ventenne è finito in manette

Forse credeva di essere un novello Lupin, in grado di mettere a segno un furto "da manuale" in barba alle forze dell'ordine. Ma per lui le cose sono andate in modo molto diverso. Il goffo tentativo, poi sventato, è andato in scena nella notte tra domenica e lunedì a Sottomarina, dove il ladruncolo ha deciso di rischiare grosso prendendo di mira la caserma dei carabinieri situata in via Lungomare Adriatico. Non si sa cosa sia passato per la testa al malvivente, o come abbia pensato di passarla liscia: fatto sta che verso l'una è penetrato nel cortile di competenza dell'Arma e si è impossessato di una bicicletta, oltretutto di proprietà del comandante della compagnia di Chioggia, il maggiore Andrea Mattei. Pare approffittando del fatto che un cancello era rimasto socchiuso.

La fuga del ladro, naturalmente, è durata pochi metri. Il giovane è stato intercettato da un carabiniere che in quel momento si trovava all'esterno della caserma e che si è reso conto dei movimenti dell'intruso, bloccandolo. Anche lui, probabilmente, incredulo per quanto stava accadendo. Il ladro è stato identificato per un 20enne di origini ghanesi e residente nel Vicentino, già noto alle forze dell'ordine per alcuni precedenti. Inevitabile per lui l'arresto in flagranza di reato per il reato di furto, arresto convalidato dal giudice la mattina successiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento